Seleziona una pagina



L’argomento presenta vari spunti per capire l’importanza del rapporto tra scuola e bambini. Nell’era moderna la scuola si è tenuta al passo con i cambiamenti della società, ampliando la scelta e lo studio delle materie su cui focalizzare l’attenzione degli alunni, creando cosi un ambiente più stimolante per l’apprendimento. Naturalmente la situazione varia per ogni istituto scolastico, mentre ciò che spiacevolmente accumuna le scuole nel nostro paese è la mancanza di fondi necessari a finanziare e permetterne la sopravvivenza.

Il rapporto tra scuola e bambini diventa un binomio complicato

soprattutto nei casi in cui un bambino prende brutti voti o richiami disciplinari dall’insegnante. In questi casi sentirsi messo in disparte come “il cattivo di turno” rispetto agli altri suoi compagni di classe, può aiutarlo a fare delle riflessioni per capire gli errori fatti in precedenza cercando di non ripeterli, anche qui il comportamento varia a seconda dell’età del bambino.

La solidità del rapporto tra scuola e bambini è dipeso prima di tutto da chi insegna

e da chi gestisce la stessa, in maniera che i bambini si sentano accolti e ben voluti quasi come se stessero in famiglia, perchè farli sentire circondati d’affetto e tenerezza aumenterà le probabilità che quel bambino sarà più entusiasta e non vedrà l’ora di ritornarci il giorno dopo per giocare e studiare con gli amichetti. Certo, i comportamenti di base del bambino non possono essere solo responsabilità della scuola, perché dietro c’è la famiglia, primo luogo in cui il bambino crescerà subirà i primi rimproveri, e sarà premiato quando si comporterà bene.. Dunque il rapporto tra scuola e bambini rimane parziale perché i genitori saranno i primi veri maestri di vita ad indicare la giusta direzione, cosi che il bambino impari a rapportarsi con gli altri coetanei senza la paura di sbagliare o di non essere accettato.

rapporto tra scuola e bambini

Il rapporto tra scuola e bambini si rafforza quando riesce a trasmettere positività,

e questo non può far altro che creare terreno fertile per stimolare la psiche del bambino che vedrà la scuola come un bel posto dove poter trascorrere le proprie giornate, sentendosi più predisposto anche verso lo studio. Per un bambino che frequenta la scuola dell’infanzia è assolutamente necessario ricevere stimoli attraverso il disegno, gioco, laboratori, attività motoria e tutte quelle componenti che fanno della scuola il miglior centro di aggregazione e di condivisione per l’apprendimento.
Tutto ciò che ruota intorno il rapporto tra scuola e bambini è complice nella crescita e nella sua formazione. Oggi ad esempio, siamo bombardati di informazioni attraverso la televisione, il web, i giornali, e anche se forse non ce ne rendiamo conto, diventano ulteriore veicolo per i figli di pretendere e di volere tutto ciò che passa sotto gli occhi, anche quando non ce ne sarebbe bisogno, in quanto la prima regola che i genitori dovrebbero insegnare ai figli è di non avere pretese, ma di guadagnarsi ciò che esigono dimostrando di saperselo meritare. A volte questi dettagli sono assenti perché i bambini di 8/10 anni che si ritrovano fra le mani un cellulare o smartphone per semplice capriccio, è solo responsabilità dei genitori. In conclusione il rapporto tra scuola e bambini è una parte fondamentale nel percorso di formazione che non può mancare, perché solo attraverso l’istruzione il rispetto e l’educazione possiamo aspettarci di seminare bene nel presente per poi raccoglierne i frutti in futuro.

Se ti va lasciami il tuo commento e condividi!


Uffolo
Iscriviti alla mia newsletter e scarica gratuitamente il mio EbooK per insegnare ai bambini le Lettere dell'Alfabeto attraverso il Gioco!

Privacy: (visualizza privacy policy)