Seleziona una pagina




Quante volte noi genitori sgridiamo i nostri bambini quando assumono comportamenti esagerati e quando senza alcun preavviso ci ritroviamo con le tasche dei pantaloni o della giacca piene di nutella? Beh, penso che qui la lista di situazioni simili sarebbe infinita! Perché la dura legge dei bambini pestiferi regna sovrana in casa, dunque bisogna premunirsi di tanta pazienza e di autocontrollo altrimenti rischiamo di esplodere e di ritrovarci noi in condizioni mentali precarie.

La dura legge dei bambini pestiferi non va discussa ma va affrontata

nella maniera migliore senza andare in escandescenza anche se mi rendo conto che a volte è difficile contenere il nervosismo. Per esempio mi ricordo che durante una giornata passata tra collina e mare mentre rientravo a casa mi sono messo una mano dentro il marsupio che porto all’altezza della cintura dei pantaloni e stranamente sentivo con le dita un appiccicume al mio cellulare, ebbene l’ho tirato fuori e controllando scrupolosamente mi sono accorto che proprio dentro l’attacco in cui va inserito lo spinotto per ricaricarlo, usciva della cioccolata scioltasi con il calore e alcuni piccoli frammenti di carta di ovetti di cioccolata. A quel punto mi sono chiesto, ma come cavolo è possibile ? Com’è successo? In sostanza l’ovetto era stato messo dalla mia bambina e nel tragitto si è sciolto infilandosi dentro il cellulare compresi alcuni pezzettini di carta che lo chiudevano…

la dura legge dei bambini pestiferi

Non ci si crederà ma sono stato costretto a portarlo da un tecnico che lo ha aperto davanti ai miei occhi e pian piano l’ha ripulito e aspirato tutto … insomma il cellulare sembrava aver divorato l’intero ovetto. Questo dimostra che la dura legge dei bambini pestiferi non conosce limiti e ogni giorno per i genitori diventa una nuova sfida, ma i bambini come sappiamo vivono soprattutto all’insegna del divertimento cercando attraverso il gioco di trascorrere le proprie giornate in maniera piacevole senza pensare se una cosa si sta facendo bene a farla, oppure no. Biscotti sbriciolati sui letti , scarpe con calzini puzzolenti accanto al piatto in cui si deve mangiare, cuscini di un divano pieni zeppi di scarabocchi fatti con pennarelli, e chi più ne ha più ne metta.

Dobbiamo pensare che la dura legge dei bambini pestiferi ci accompagnerà per i loro primi anni di vita

finchè non inizieranno a prendere coscienza delle proprie azioni e capire che determinate cose non vanno fatte, perché mamma e papà quando finiscono di lavorare hanno bisogno di rilassare la mente e il fisico, non è possibile entrare in casa per ritrovarsi in un campo di battaglia con proiettili fatti di caramelle e pistole ad acqua cariche di succo di frutta, che come apri la porta, ti colpisce senza darti il tempo di correre ai ripari. La dura legge dei bambini pestiferi non può sempre averla vinta, bisogna quando è possibile utilizzare strumenti per contrastare questo scempio . Dunque mi sono inventato lo “scudo assorbi succo” fatto di tessuto spugnoso che permette di ripararsi e di assorbire tutto ciò che di appiccicoso viene sparato e di far rimbalzare tutto ciò che assomiglia alla consistenza di un biscotto o di una caramella.

Quindi la dura legge dei bambini pestiferi si può cercare di contrastare

anche con queste armi di combattimento fino a che i pargoli non crescono, naturalmente senza esimersi dall’assegnare qualche piccola punizione laddove a volte si renda necessario. Non bisogna darla vinta perché la dura legge dei bambini pestiferi non risparmia nessuno dunque bisogna sempre aver egli occhi ben aperti e non lasciarsi intimidire da questi attentati, ma al contrario, dobbiamo noi genitori farci furbi e utilizzare i loro giocattoli come arma di ricatto cosi tra un piagnisteo e l’altro anche noi possiamo riderci sopra e tornare per un momento ad essere bambini.

Quando i tuoi bambini sono pronti ad imbrattare di nascosto cameretta e salotto con pennarelli, vernice e quant’altro, come corri ai ripari?


Uffolo
Iscriviti alla mia newsletter e scarica gratuitamente il mio EbooK per insegnare ai bambini le Lettere dell'Alfabeto attraverso il Gioco!
Nome:      Email:
Privacy: