Seleziona una pagina



Quanti di noi, durante l’infanzia, hanno avuto il piacere di partecipare ai giochi di gruppo per bambini? Si tratta di attività molto particolari, destinate a divertire ed educare allo stesso tempo. I più piccoli hanno bisogno di svagarsi, di uscire dalla solita routine e di poter giocare insieme ai loro coetanei, soprattutto durante le giornate primaverili ed estive. Personalmente, sono piuttosto numerose le attività ludiche che ricordo, partendo dal classico “Lupo mangia-frutta”.

Quando si parla di giochi destinati ai bambini ci si riferisce a particolari azioni destinate alla loro età, considerato il fatto che non viene utilizzata violenza o sottomissione. I più piccoli avranno la possibilità di formare un vero e proprio gruppo, stabilendo delle regole da rispettare e degli obiettivi da raggiungere. Che sia durante l’estate o durante l’inverno non importa: i giochi per bambini possono essere praticati in qualunque caso, a discapito delle condizioni metereologiche.

Partecipare ai giochi di gruppo per bambini cambia e può avere nomi diversi a seconda della regione in cui si vive, ma le dinamiche sono sempre le stesse. Ad esempio, con il caso del “Lupo mangia-frutta”, ogni bambino dovrà pensare a un frutto, memorizzandolo nella propria mente; se il lupo indovina, dovrà prepararsi a scappare per non essere catturato. In questo modo, ogni bambino avrà la possibilità di muoversi, correre e trascorrere interi pomeriggi fuori dalla propria casa in compagnia dei propri amici, ma non solo: anche le proprie mura domestiche possono diventare l’ambiente perfetto per questa tipologia di giochi, come una caccia al tesoro.

partecipare ai giochi di gruppo per bambini

Giocare in compagnia permetterà ad ogni bambino di stringere amicizia, di confrontarsi, di ridere e di scherzare senza alcun tipo di preoccupazione: si tratta infatti di una sorta di svago dallo routine. Tra i giochi più conosciuti troviamo anche quello delle biglie, perfetto per chi si trova al mare in spiaggia. Per chi ama giocare all’aria aperta, ma soprattutto per chi dispone di un giardino o ha la possibilità di sfruttare un parco comunale, palla prigioniera potrebbe essere l’attività più indicata per ridere e mostrare grande abilità. La corsa con i palloncini da spingere con il naso, il duello con spade realizzate da giornali, i quattro cantoni, il gatto e il topo o calcio-scopa sono solo alcuni dei giochi che si possono svolgere in compagnia.

Inoltre, soprattutto durante le vacanze estive, gli oratori organizzano grest capitanati da animatori in grado di stuzzicare la fantasia dei più piccoli: gite fuori casa, bagni in piscina, scampagnate all’aria aperta alla ricerca di fiori e prodotti alimentari tipici del posto sono alcune delle attività di gruppo proposte. In questo modo ogni bambino avrà un singolo incarico da portare a termine per far vincere la propria squadra.

È attraverso questa coesione che si capisce l’importanza dell’amicizia e si acquisisce un valore maggiore nei confronti della solidarietà e della comprensione. Quando si gioca insieme, si cerca di raggiungere lo scopo prefissato studiando ogni strategia possibile: questo permetterà al vostro bambino di potersi confrontare con i suoi coetanei, di sapere che ci sono altre idee diverse dalle sue con le quali dovrà imparare a convivere, scambiando la sua opinione in maniera civile e corretta. Quando andavo all’asilo, le maggiori attività ricreative vedevano la formazione di diversi gruppi di bambini: ognuno di questi gruppi aveva un compito diverso e spettava alla squadra riuscire a portarlo a termine soddisfacendo se stessi e le richieste della maestra.

Alle elementari le cose sono un tantino cambiate: i giochi di gruppo si sono trasformati in qualcosa di più serio, come ricerche di storia o di geografia. Con il gruppo si ha la possibilità di conoscere meglio se stessi e gli altri, imparando che la propria opinione non è migliore di quella degli altri. Tutto questo divertendosi, poiché l’allegria e l’euforia di una caccia al ladro non possono assolutamente mancare quando si è insieme. I giochi di gruppo potrebbe essere la soluzione perfetta per bambini introversi, che non riescono a stringere amicizia o che hanno paura di conoscere il mondo, seppur piccolo e visto in prospettiva diversa rispetto agli adulti.

Secondo voi quanto incide nella vita scolastica di un bambino il gioco di gruppo?


Uffolo
Iscriviti alla mia newsletter e scarica gratuitamente il mio EbooK per insegnare ai bambini le Lettere dell'Alfabeto attraverso il Gioco!
Nome:      Email:
Privacy: