Imparare a disegnare loghi

In questi ultimi mesi, come altri colleghi, sto cominciando lo studio e la sperimentazione per imparare a disegnare loghi. Con i tempi che corrono, per chi come me si è quasi sempre occupato di immagini, illustrazioni, fumetti, disegni per bambini, oggi si ritrova costretto per necessità di mercato ad estendere la propria professione a questo settore anche se la concorrenza è molto alta. Ci sono, infatti, aziende, agenzie e studi pubblicitari di grafica che propongono le loro idee da ogni parte del mondo portando nel settore del web design livelli di qualità molto elevati.

Ogni giorno per imparare a disegnare loghi si sfornano nuovi stili

puntando all’originalità in cui è molto difficile trovare una collocazione precisa per distinguersi dagli altri, in quanto ogni artista equivale ad un piccolo granello di sabbia messo accanto ad altri milioni di granelli che come lui vanno a comporre immense distese in quello che è l’Universo del Design. Per imparare a disegnare loghi non basta solo l’abilità artistica, anzi, potrà sembrare assurdo per molti, ma risulta addirittura meno importante, perché ciò che fa la differenza è l’idea.

imparare a disegnare loghiQuindi imparare a disegnare loghi comporta un notevole dispendio di energie e di ricerca per trovare un marchio che esprima a pieno un identità aziendale o il raggiungimento soddisfacente di una propria idea di marchio, che sia in linea con ciò che il cliente cerca. Nella mia carriera professionale ho disegnato e avuto possibilità di creare soprattutto progetti indirizzati ai bambini ma con l’avvento delle nuove tecnologie oggi le possibilità sono cresciute e vanno di pari passo con la concorrenza.
Per imparare a disegnare loghi si comincia dalla lettura della descrizione di riferimento del tema scelto dal cliente, su cui il logo dovrà essere costruito, partendo dalla realizzazione di bozze a matita per trovare una buona idea. Per cercare originalità e nuovi input è necessario prima di tutto procurarsi una buona documentazione, eventualmente scaricando materiale e immagini da internet, oppure da giornali e riviste aiutando la nostra fantasia a prendere forma senza però dimenticarci che anche l’osservazione della realtà rimane un ottima fonte per aprire la propria mente. A volte anche le cose più inutili possono rivelarsi al contrario molto efficaci.

Imparare a disegnare loghi inoltre necessita di saper utilizzare software come photoshop o illustrator,

la differenza fra questi due tipi di programmi è che con photoshop si ha possibilità di creare loghi molto più artistici in quanto vi sono pennelli di qualsiasi misura forma e morbidezza che fornisce ampia gamma di utilizzo all’illustratore per ottenere un elevata qualità pittorica. Ma lo svantaggio rispetto ad illustrator è nella qualità dell’immagine, che se ingrandita tende a sgranare. Illustrator, infatti, offre una qualità del segno maggiore a qualsiasi tipo di dimensione, perché non si basa su quadratini minuscoli come i pixel di photoshop, ma si basa invece su un sistema matematico di algoritmi che permettono di tenere la qualità perfetta del segno a qualsiasi tipo di dimensione. Per quanto riguarda il colore è utile per tinte piatte o con poche sfumature, perché maggiormente complesso per la gestione, al contrario di photoshop. Quindi entrambi i software sono indispensabili ma ciascuno pensato per uno specifico utilizzo. Per cui

imparare a disegnare loghi rappresenta una nuova sfida

per chi cerca di farsi spazio nel mondo della creatività, ma se la passione e la voglia di crescere ti spingono a non arrenderti e non mollare mai, prima o poi la tenacia ti ripagherà di tutta la tua fatica!

Se ti è piaciuto questo articolo ti invito a condividerlo con i tuoi amici, e se vuoi lasciarmi un tuo commento ne sarei felice!

Pubblicato in disegni da colorare, disegni da stampare e colorare, gioca e impara, giochi | Contrassegnato , | Lascia un commento

Un natale colorato

Come da tradizione anche quest’anno le festività natalizie si avvicinano sempre di più. Con il passare dei giorni le nostre città iniziano ad abbellirsi con addobbi, festoni, lucine che illuminano intere strade, alberi di natale in piazza, vetrine di negozi a tema, dolcetti, panettoni, giocattoli, pupazzi raffiguranti babbo natale. Il tutto si trasforma in un magico momento per ritrovare il piacere di stare con la propria famiglia e i propri cari nella spensieratezza. Per i bambini un natale colorato è la realizzazione dei propri sogni, in quanto l’emozione e l’attesa per l’arrivo di babbo natale vestito con il suo classico costume rosso e la slitta volante trainata da renne, diventa un appuntamento immancabile.

un natale coloratoFra i tanti regali la maggior parte dei bambini riceve giocattoli e dolciumi, mentre per i più intellettuali e appassionati , scartare un pacco regalo contenente un bel quaderno da disegno, oppure un libro illustrato, significa soddisfare la loro voglia di conoscenza attraverso la magia della lettura per dare più

lustro ad un natale colorato e coinvolgente .

L’illustrazione rimane un punto di forza nell’approccio ai libri per bambini, perché non finisce mai di stupire, non c’è limite alla fantasia, un natale colorato che si priva di questa possibilità appare più sbiadito e meno interessante. Nel periodo natalizio quasi tutti aspettano regali sotto l’albero, ma nel vero spirito del periodo questa festa ci ha anche abituato ad assumere un atteggiamento più caritatevole verso chi è più sfortunato di noi, offrendo un aiuto alle comunità e le associazioni di volontariato.

Un natale colorato dunque è fatto di scambio d’affetti,

un sorriso, una carezza un gesto d’ amore verso chi per mille motivi non può o non ha possibilità di viverlo come vorrebbe. Tutti noi amiamo stare davanti ad un caminetto che ci riscalda mentre fuori il tempo non si ferma mai, e il freddo prende il sopravvento regalandoci a volte magnifici scorci innevati (c’è gioco più bello del passare una giornata a fare pupazzi di neve con i nostri bambini ? ). Un natale colorato ci coinvolge e ci passa davanti con i suoi mille colori e le sue mille sfumature raccontandoci della nascita di un bambino chiamato Gesù che cambierà la storia del mondo portando con sé un messaggio d’amore fra gli esseri umani. Un natale colorato fa brillare nel cielo una stella cometa che risplende di una luce sincera, seguita da un coro di stelle che inviano messaggi d’amore al nostro cuore, e che riscalda i nostri bambini mentre dormono e si preparano attraverso i loro sogni ad affrontare un dolce risveglio che ai loro occhi, ancora impigriti prende le sembianze di una slitta trainata da renne volanti tintinnante di campanellini.

Con un natale colorato attraverso il disegno

possiamo capirne l’importanza per trasmettere serenità e piacevole passatempo che ci aiuta a ritrovare il bambino che è dentro ognuno di noi, senza curarci dei problemi che la quotidianità ci costringe ad affrontare, ma preoccupandoci solo di posare la nostra mano sopra quella di un bambino che impugna un pennarello, per guidarlo alla realizzazione dei suoi sogni.

Ti è piaciuto questo articolo? Dimmi cosa ne pensi, e se vuoi condividilo con i tuoi amici!

Pubblicato in album-giochi, disegni da colorare, disegni da stampare e colorare, dolci, gioca e impara, giochi, Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Disegnare personaggi per bambini

Oggi rispetto agli anni passati, la qualità grafica in generale è notevolmente aumentata grazie anche al prezioso supporto delle nuove tecnologie. La mia voglia di raccontare il mondo della fantasia mi stimola ogni giorno a trovare nuovi argomenti e spunti da condividere con le persone che mi seguono e che nutrono il mio stesso interesse. Fra le tante cose vorrei iniziare a introdurre l’argomento con una piccola linea guida per insegnare a disegnare personaggi per bambini. Naturalmente è impossibile spiegarlo bene in poche righe scritte, in quanto sarebbe necessario un approfondimento più ampio. Infatti per sopperire ho intenzione di cominciare molto presto a realizzare video in cui mostrare come avviene la costruzione di un personaggio.

Saper disegnare personaggi per bambini richiede grande creatività.

Il primo passo da fare dopo aver letto la sceneggiatura o il racconto da illustrare è quello di iniziare a tirar giu le prime idee, abbozzando con la matita i personaggi che si possono adattare in maniera credibile al ruolo che li vedrà protagonisti. Disegnare personaggi per bambini fa si che anche l’illustratore vada ad immedesimarsi nel suo personaggio come se stesse recitando in prima persona.
Per ampliare la gamma creativa di espressioni facciali, mi sembra utile ricordare l’esempio dei cartoonist della scuola disneyana che spesso utilizzavano uno specchio per riflettere la propria immagine del viso, riportandola nel disegno dei loro personaggi e accentuandone le caratteristiche espressive laddove era richiesto, per rendere più divertente la sequenza animata.

disegnare personaggi per bambini

Erano esperimenti che contribuivano a scoprire nuovi trucchi per l’animazione e per dare un evoluzione alle tecniche che si utilizzavano.
Quando si devono disegnare personaggi per bambini bisogna tener conto della “semplicità” delle linee. In genere si lavora sopratutto su uno stile che abbia una leggibilità grafica di impatto immediato in maniera che il bambino possa riconoscersi in lui senza difficoltà, quindi particolare attenzione va data alla forma degli occhi preferibilmente grandi, un sorriso smagliante e accentuato per renderlo più simpatico, forma del corpo arrotondata e morbida, sguardo buffo, tutto questo offre al disegnatore la possibilità di giocare con estrema facilità sui dettagli, adattandolo meglio ad ogni tipo di situazione.

disegnare personaggi per bambini impone grande abilità nella scelta dei colori dal punto di vista cromatico.

In genere il colore quando si illustra un libro per bambini, è in grado di alzare la qualità anche del 50% . Chiaro che per puntare ad un immagine di alto livello l’attenzione deve sempre essere rivolta a tutte le principali fasi della lavorazione perché limitarsi a fare solo un bel disegno a matita o una bella rifinitura non sono sufficienti.

L’illustratore deve disegnare personaggi per bambini

creando intorno ad essi un ambientazione ed un mondo in cui si possano muovere e interagire con estrema disinvoltura. Evitare di fare inquadrature che vadano a tagliare primi piani ed evitare di cercare inquadrature troppo sofisticate con una miriade di colori e di sovrapposizioni di personaggi che creerebbe disturbo alla lettura del bambino. Le componenti per disegnare personaggi per bambini sono semplicità, chiarezza, colori brillanti, morbidezza del segno, una buona descrizione e originalità!

Fammi sapere cosa ne pensi di questo articolo e se ti va condividilo con i tuoi amici!

Pubblicato in album-giochi, disegni da colorare, disegni da stampare e colorare, fumetti | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Creare un disegno

Come passare le giornate in questo periodo in cui il nostro paese è caratterizzato dal maltempo? Un modo possibile è quello di cimentarsi nel disegno. Un qualcosa di creativo da poter fare con qualsiasi condizione meteo e da qualunque luogo. In effetti una caratteristica del mio lavoro è proprio quella di essere un attività molto tranquilla: la posso svolgere da qualsiasi ufficio, da uno studio, da casa senza l’obbligo di rispettare un orario in quanto essendo imprenditore e responsabile di me stesso ho il vantaggio di poterlo gestire in prima persona.
Quando mi siedo al tavolo ed inizio a creare un disegno il mio primo obiettivo è trovare la giusta ispirazione. Dunque per cercare di farmi venire ulteriori idee leggo e rileggo più volte l’argomento trattato su cui sto lavorando come un racconto o una sceneggiatura per fumetto, sfogliando qualche libro illustrato e documentandomi su internet per trovare più informazioni e spunti che mi aiutino a creare un disegno originale e soddisfacente.

Le difficoltà da affrontare per creare un disegno da zero sono molte,

ma sono differenti, perchè varia in base a ciò che si deve disegnare. Per esempio, se occorre abbozzare un personaggio protagonista, ci si dovrà preoccupare innanzitutto di cogliere la sua espressività, di individuare una costruzione anatomica e caratterizzazione che lo andranno a contraddistinguere dagli altri personaggi con cui interagisce. Dunque quando devi creare un disegno è necessario ricordare che i personaggi devono essere originali e trovare una loro personalità, la stessa cosa vale per tutto ciò che ruota loro intorno, sfondo, oggetti, animali senza tralasciare nulla.

creare un disegno

La cura nei dettagli dello sfondo sono importanti tanto quanto i personaggi. Anche se agli occhi del lettore tutto questo potrebbe passare in secondo piano, poiché la sua attenzione si focalizza soprattutto sullo svolgimento della vicenda.

Quando mi impegno a creare un disegno sono il primo critico di me stesso

e non sono mai pienamente soddisfatto del risultato ottenuto, perché ho la consapevolezza che i margini di miglioramento ci sono e per raggiungerli occorre determinazione e molto esercizio. Creare un disegno per un bambino, ad esempio, mi rende molto orgoglioso perché ricevere un suo sorriso o un’ apprezzamento mi da gratificazione e stimolo per inventare nuovi progetti. Creare un disegno per chi lavora nei fumetti, nell’illustrazione, nei cartoni animati, o per chi lo fa semplicemente per passione, diventa un modo per trascorrere piacevolmente un po di tempo scoprendo l’artista che c’è dentro ognuno di noi. Provando e riprovando acquisirai tecniche e affinerai piccoli trucchetti che ti consentiranno di migliorare il tuo lavoro di disegno.

Per esempio se vuoi creare un disegno destinato ad un fumetto,

un consiglio che ti posso dare è di usare una buona matita morbida come la “2B” e ben appuntita, ottimo per fare bozze e rifiniture. Naturalmente su questo non esiste una regola perchè ognuno è libero di scegliere i propri strumenti sperimentando ciò che si adatta meglio alle proprie esigenze. In definitiva creare un disegno non è semplice, sopratutto se lo si fa’ per mestiere: la preparazione e la volontà per raggiungere certi risultati sono fondamentali.

I momenti in cui si è meno produttivi oppure dove ti accorgi che la qualità delle tue immagini non è soddisfacente come ti aspettavi, non ti deve scoraggiare perché può capitare a chiunque un momento di difficoltà. Ciò che conta è non smettere mai di disegnare, ma essere tenaci e continuare a coltivare i propri sogni, perché spesso sono proprio queste le doti che ti permettono di trovare il successo e decollare.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo e fammi sapere il tuo pensiero!

Pubblicato in disegni da colorare, disegni da stampare e colorare, fumetti | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Diventare un illustratore

Oggi la figura professionale del creativo freelance pur rappresentando una grande risorsa per molte aziende, agenzie, editori, nella maggior parte dei casi purtroppo viene sfruttata come scatola “usa e getta” a causa di interessi economici e di un mercato che non lascia grande spazio per permettere all’artista di esprimersi al meglio e di farsi conoscere per quello che realmente potrebbe fare. Parlando nello specifico del mio settore che riguarda il fumetto, l’illustrazione per bambini, l’arte digitale ecc.. ne approfitto per dare suggerimenti utili a chi intende avvicinarsi a questa professione per diventare un illustratore.
Lavoro in questo settore da circa 20 anni, come disegnatore di fumetti professionista e il mio target si rivolge soprattutto ad un pubblico di bambini e ragazzi. In tutti questi anni ho acquisito esperienza e mi sono creato un bagaglio professionale che mi ha permesso di portare avanti la mia attività restando a galla fra mille ostacoli e difficoltà.

Diventare un illustratore è un impresa difficile

perché non si tratta soltanto di dimostrare il proprio talento nel disegno e nella capacità di saper raccontare e trasmettere ai bambini delle emozioni, ma oggi è diventato di estrema importanza imparare anche a promuovere se stessi creandosi un proprio spazio in internet e proponendo le proprie opere e progetti direttamente al pubblico.
Per diventare un illustratore dunque non basta più andare solo alle fiere di settore presentando il proprio portfolio agli editori, bisogna uscire dal questo tunnel. Per esempio imparare ad utilizzare ciò che le nuove tecnologie ci mettono a disposizione , come il web e le App, creando un proprio blog o sito.

diventare un illustratore

Se vuoi diventare un illustratore il mio suggerimento è di non limitare le tue possibilità alla solita routine delle fiere ma di pianificare e costruire la tua attività secondo ciò che veramente ti piacerebbe fare, dunque seguire le tue idee e puntare sul tuo talento, e non solo sulle esigenze di mercato alle quali spesso gli editori fanno riferimento. Internet è una grande possibilità, una finestra sul mondo per chi vuole

diventare un illustratore, non conosce limiti, non ci sono filtri, non sei obbligato a seguire piani editoriali di altri,

non c’è qualcuno che ti dice cosa e come devi fare un progetto, ma sei tu stesso che decidi di investire sulle tue abilità. Quindi sta a te preoccuparti di realizzare e creare per le persone un tuo marchio affidabile una tua reputazione, perché diventare un illustratore su internet ti permette di autogestirti e di modificare le tue idee senza alcuna interferenza altrui, seguendo il tuo cuore, i tuoi pensieri che condividerai con tutte le persone che decideranno di seguirti. Nel tempo se si semina bene e con impegno, potresti raccoglierne i frutti e creare una tua attività che ti permetta di diventare un imprenditore circondandoti di fedeli collaboratori. Quando le cose funzionano è inevitabile ritrovarsi di fronte ad una mole di lavoro gigantesca, quindi per ovvie ragioni risulterà indispensabile creare un team affidabile che ti permetta di incrementare e dar vita ai tuoi progetti.
Io credo che tutto questo sia possibile realizzarlo ma DEVI CREDERCI.

Diventare un illustratore oggi a parer mio rappresenta una grande possibilità di investimento per crearsi un futuro…

Punta sull’originalità !!! Nel tuo cammino se vuoi diventare un illustratore, dovrai studiare e lavorare sodo, imparando ad autogestirti e a non sottovalutare il web. Anch’io ho iniziato a farlo da poco tempo e anche se all’inizio non guadagni un centesimo le persone che decideranno di seguirti ti ripagheranno di tutte le tue fatiche, sia a livello economico che di soddisfazione personale.
Se ti è piaciuto questo articolo fammi sapere cosa ne pensi e condividilo con i tuoi amici!

Pubblicato in disegni da colorare, disegni da stampare e colorare, tavole illustrate | Contrassegnato , | 3 commenti

Conosciamo i pesci

Cari bambini, uffolo si scusa con voi perché quest’anno a causa di svariati impegni non c’è stata possibilità di trovare il tempo necessario per l’inserimento di nuovi progetti, disegni, schede, giochi, e tutto ciò che serve al vostro apprendimento.
Ma vi prometto che d’ora in poi non accadrà più, il blog inizierà a ricevere un supporto maggiore per contribuire in maniera più incisiva ad uno sviluppo costante dei vari contenuti. Inoltre ho il piacere di comunicare che a breve sarà aperta una nuova pagina conosciamo i pesci con nuovi disegni da colorare, tutti dedicati ai pesci .

Conosciamo i pesci attraverso il disegno per imparare divertendoci a distinguerne la razza.

I pesci sono una specie acquatica che in natura vive soprattutto nei mari, nei fiumi, nei laghi e che si diversifica per la varietà di specie e di colori. Ci sono pesci dall’aspetto buffo con occhi piccoli come il pesce palla, oppure pesci d’acqua dolce molto grandi, come per esempio lo storione, in grado di offrirci carni pregiate e caviale. Conosciamo i pesci e rispettiamone l’habitat per capire e studiare i loro comportamenti traendone lezione per la capacità di sapersi adattare e cacciare anche a delle profondità inimmaginabili.
Da millenni per l’uomo i pesci sono un prezioso sostentamento nella propria catena alimentare specialmente per alcune nazioni, tra le più povere del mondo, essi costituiscono un importante fonte di proteine. Come sappiamo il nostro pianeta è ricoperto per il 70% da acqua, i prodotti derivati dalla pesca non riescono a soddisfare tutto il fabbisogno alimentare dell’umanità. Infatti solo una piccolissima parte dei 7 miliardi di persone che popolano la terra, riesce a vivere di pesca.

conosciamo i pesciConosciamo i pesci per imparare a valorizzarne l’importanza tutelando il patrimonio naturale cercando di contribuire e tenere pulito il pianeta, i mari, i boschi , le foreste, i fiumi, perché solo se questo avviene, riscopriremo il valore delle bellezze che la natura ci offre e di cui noi tutti facciamo parte.

Conosciamo i pesci che popolano i fiumi diventando a loro volta cibo per altri animali..

e poi c’è un detto che, chi mangia pesce aiuta la propria memoria, perché contiene tanto fosforo, ma ad oggi sembra essere più una leggenda metropolitana, in quanto si dice cosi ai genitori per cercare di trovare il modo migliore per farlo mangiare ai figli. Infatti è utile sapere che ci sono alimenti che contengono quantità di fosforo maggiori rispetto al pesce, come noci, uova , legumi. Più che alla memoria questo minerale aiuta a rinforzare le ossa , muscoli e denti. Altra idea dell’uomo per studi naturalistici e per il proprio piacere ornamentale, sono gli acquari, che solitamente non possono non incuriosire e affascinare un bambino.

Attraverso queste grandi vasche conosciamo i pesci e ne rimaniamo colpiti,

perché possiamo vedere specie provenienti da mari molto lontani e spesso impossibili per la gente comune da scoprire nel luogo d’ origine.
Conosciamo i pesci per i meravigliosi colori che incantano i nostri occhi quando li guardiamo, alcuni di un giallo intenso o blu cobalto, altri rossi come un rubino e altri ancora verdi come smeraldi che non finiranno mai di stupirci e di ricordarci quanto la natura sia madre di tutti noi, non dimentichiamolo mai!

Se ti è piaciuto questo articolo lasciami un tuo commento, fammi sapere cosa ne pensi!

Pubblicato in disegni da colorare, disegni da stampare e colorare | Contrassegnato | 4 commenti

Natale si avvicina

Cari bambini il natale si avvicina sempre di più,

e in questo periodo ognuno di noi si prepara per l’evento nel migliore dei modi. La festa più importante dell’anno ci aiuta per un momento a mettere da parte tutti i nostri problemi, nella speranza che le cose in generale possano risollevarsi, visto il grave periodo di crisi che purtroppo il nostro paese sta attraversando.

Il natale si avvicina e i nostri bambini rappresentano la luce e la speranza che ci aiuta quotidianamente e ci da la forza di andare avanti e di continuare a lottare sopratutto per cercare di costruire loro un mondo migliore.  Il natale si avvicina ci riunisce tutti in famiglia sotto l’albero addobbato con sgargianti festoni, palline colorate, luci e decorazioni varie,  scambiandoci tenerezze, baci  abbracci, e tante golosità di ogni tipo, anche per i palati più esigenti. I bambini restano i veri protagonisti indiscussi  delle festività natalizie perchè lo vivono con grande spensieratezza ed estenuante attesa,  sognando di ricevere i tanto desiderati regali da babbo natale.

Il natale si avvicina e le tavole imbandite  si preparano ad accogliere nipotini, zii, mamma e papà, nonni, parenti vicini e lontani,

ma anche amici meno fortunati di noi e costretti a vivere per le strade,  cercando riparo ed un pasto caldo. Il mio pensiero va anche ai malati alle persone sfortunate che vivono ogni giorno nella disperazione e alla ricerca di un po di serenità che sembra non arrivare mai, ai precari, alle persone che hanno perso il lavoro,  ho che non lo trovano, vi abbraccio tutti indistintamente!!

(Se clicchi l’immagine qui sotto puoi entrare immediatamente nella sezione “disegni di natale da stampare e colorare”)

natale si avvicina

Il natale si avvicina e quando guardo i miei bambini negli occhi il mio cuore si riscalda e batte più velocemente per loro che rappresentano la mia linfa vitale e il mio spunto creativo che in questi giorni mi stimola per creare il classico costume di babbo natale. Il natale si avvicina ma purtroppo mi mancano le renne e la capacità di volare per distribuire con più facilità tutti i regali, inoltre devo ammettere che la canna fumaria del mio caminetto è troppo sporca,  stretta e piena di polvere,  quindi se decidessi di calarmi giu come un vero babbo natale dovrei tener conto innanzitutto  del mio aumento di peso che non mi giova,  della mia faccia che diventerebbe subito nera come il carbone,  e del mio sedere che si incastrerebbe tra le pareti della canna fumaria.. quindi poco conveniente.

Il natale si avvicina ed meglio accontentarsi della semplicità e fare se possibile, il babbo natale a piedi

passando da una finestra o da una porta utilizzando le chiavi in tasca o un passepourt, ma ho il sospetto che anche questa idea sia subito da bocciare e pure pericolosa,  mi scambierebbero senz’altro per un ladro che sta per portare via i regali degli altri, anzichè distribuirli.  Insomma un babbo natale che probabilmente non ha speranza, meglio se mi organizzo diversamente o cambio idea!

Il natale si avvicina e tutti lo attendiamo con impazienza, sperando che la cornice festosa venga ulteriormente decorata dalla caduta di fiocchi di neve, che non guastano mai (apparte eventuali disagi alla viabilità)  piace tanto ai bambini,  e anch’io mi diverto molto a fare pupazzi di neve e a tirare palle di neve. Il natale si avvicina e non mi resta che augurare a tutti voi tanta serenità, pace e amore.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici, e lasciami un tuo commento!

P.s. Disponibili  PDF gratuiti di album giochi, fumetti, libri illustrati per i tuoi bambini! Scarica subito>>

Pubblicato in album-giochi, animali africani, animali della savana, disegni da colorare, disegni da stampare e colorare, dolci, fumetti, gioca e impara, giochi, mammiferi africani, tavole illustrate | Contrassegnato , | 2 commenti

Malattie di stagione

In queste ultime settimane il clima si è rinfrescato la pioggia non da tregua, e come ogni anno accade i dottori raccomandano il vaccino influenzale.

Le malattie di stagione rappresentano per tutte le mamme un classico appuntamento per le solite ma indispensabili raccomandazioni

verso i bambini, in quanto come si sa restano gli individui maggiormente soggetti a contrarre le famose malattie di stagione.  Solitamente i sintomi più frequenti sono mal di gola, tosse, raffreddore, febbre, vomito ecc..  quindi viene somministrato a seconda dei casi lo sciroppo per la gola, l’aspirina, le pomate balsamiche che attraverso l’inalazione contribuiscono a tenere libero il naso. In alternativa alle medicine, personalmente consiglio i famosi vecchi “ metodi della nonna”   validi come lo erano in passato e a voltepiù efficaci di uno sciroppo per la tosse.

malattie di stagioneQuando si presentano le malattie di stagione può essere molto utile, alleviare i primi sintomi con un impacco caldo sul petto di “decotto di semi di lino” per lo scioglimento dei catarri ai bronchi, oppure  il classico “latte caldo con miele” (per gli adulti in aggiunta al latte, consiglio la grappa, ma non esagerate altrimenti vi ritroverete a dormire 2 giorni interi)  sempre molto in voga, oppure si possono respirare i vapori “dell’acqua calda e menta” con un asciugamano in testa.

Il passaggio delle malattie di stagione come sappiamo avviene  nei periodi più freddi dell’anno che vanno da novembre a febbraio,

e le file dei bambini negli ambulatori pediatrici si allungano a dismisura, diventando talvolta estenuanti e noiose. Da tenere ben  presente sono anche gli ambienti scolastici chiusi, come le classi, che rappresentano terreno fertile per lo sviluppo dei batteri cosicchè ogni bambino è più esposto all’influenza. Le malattie di stagione non risparmiano nessuno ne all’aperto, e neppure al chiuso. Quest’ultimo per molti può sembrare più sicuro perché si pensa sempre che stando al caldo e in ambienti confortevoli il rischio diminuisca,  ma in realtà i batteri ci sguazzano!

Le malattie di stagione (essendo professionalmente un cartoonist)  le immagino come dei personaggi scocciatori,

dall’aspetto poco invitante che non vedono l’ora di impadronirsi delle nostre mucose, delle vie respiratorie, delle gole e quant’altro si presta bene per crearsi  una “comoda base” per poter pianificare al meglio i loro diabolici piani di combattimento. Meno male che il corpo umano è una macchina naturale perfetta in gradi di difendersi e dare filo da torcere ai batteri. Le malattie di stagione ancora una volta verranno sconfitte, ma dobbiamo sempre tenere alta la guardia perché ogni anno vinciamo una battaglia  non la guerra. Quindi coraggio non arrendetevi mai!

Se questo articolo ti è piaciuto lasciami un tuo commento!

P.s. Se stai cercando PDF per i tuoi bambini da scaricare gratis ENTRA SUBITO QUI

Pubblicato in album-giochi, animali africani, animali della savana, disegni da colorare, disegni da stampare e colorare, dolci, fumetti, gioca e impara, giochi, mammiferi, mammiferi africani, tavole illustrate | Lascia un commento

Il difficile mestiere del disegnatore di fumetti

fumettiUna delle difficoltà che un disegnatore di fumetti professionista può incontrare nel proprio cammino è quella di apparire al lettore noioso e di non riuscire sempre a coinvolgerlo attraverso i disegni cercando di tenerlo incollato alla lettura. Saper raccontare i testi di una storia interpretando e imprimendo ai disegni la giusta atmosfera, dettata dalla situazione e dall’evolversi della scena che si sta per disegnare non è semplice.

Quando si illustrano pagine a fumetti è come ritrovarsi nello stesso momento a svolgere anche il lavoro del regista, dell’attore e del produttore, ed è molto più complesso, di quanto si possa pensare, rendere al contempo ognuno di questi passaggi, in maniera efficace e credibile, con una propria timbratura stilistica. Non sempre va a soddisfare i risultati che ci si aspettano.

Regista: la necessità più importante ( ma non l’unica ) in questo caso richiede di saper interpretare la storia passando da una vignetta all’altra ( come se ci fosse una telecamera a riprendere )  con una certa fluidità e scorrimento, evitando il ripetersi di inquadrature poco convincenti, con personaggi dal punto di vista della recitazione e delle gestualità non credibili, che non trova una propria identità, sminuendo e riducendo tutto alla superficialità di disegnare una storia che verrà facilmente dimenticata in poco tempo.

Attore: se un illustratore non riesce ad immedesimarsi e non entra nell’anima del racconto e dei protagonisti difficilmente potrà dare un impronta credibile, quindi di conseguenza i personaggi sono i primi a risentirne perchè stravolti e privi del giusto peso che li contraddistingue da tutto ciò che li circonda.

Produttore: per la riuscita e il successo di una storia a fumetti indirizzata a un qualsiasi tipo di target ( bambini, ragazzi, adulti ) non può non essere coinvolto anche il disegnatore di fumetti il quale ha la responsabilità di offrire un prodotto di alta qualità e solo successivamente viene ceduto all’editore che ne diventa il proprietario che dovrà ” impacchettarlo ” per la distribuzione. La creazione negli anni 80-90 di una rete mondiale di comunicazione chiamata ” internet ” ha infranto la barriera del passaggio obbligatorio dall’editore.

Oggi anche il disegnatore di fumetti, l’illustratore, il designer, il grafico, possono pubblicare autonomamente e in prima persona a costo zero ( o a costi molto ridotti )  prodotti di propria creazione destinati al web e messi a disposizione degli utenti di tutto il mondo.

 

Pubblicato in album-giochi, animali africani, animali della savana, disegni da colorare, disegni da stampare e colorare, dolci, fumetti, gioca e impara, giochi, mammiferi, mammiferi africani, tavole illustrate | Lascia un commento

Condividiamo i disegni dei bambini

alieniLa mia giornata lavorativa oggi è iniziata molto presto mentre i miei 2 bambini ancora dormivano profondamente. Fuori era brutto tempo il vento soffiava forte, gli alberi intorno sembravano volersi staccare dal terreno, e un gallo continuava a cantare come se all’orizzonte stesse spuntando il sole invece della pioggia.

Ma io imperterrito dopo una buona colazione mi sono recato nel mio studio (si trova a pian terreno della casa)  e come solitamente faccio, accendo il mio computer ed inizio contemporaneamente a sfogliare il lavoro del giorno prima per assicurarmi che sia tutto in ordine : attualmente sono impegnato nella produzione delle chine per la pubblicazione del mensile a fumetti Winx Club. Erano le 4:30 e mentre mi apprestavo ad inchiostrare i disegni a matita, mio figlio si è svegliato, e a passetto silenzioso è venuto da me con gli occhietti ancora semichiusi, sembrava uno zombie insonne.

Appena mi ha visto al tavolo da disegno , si è illuminato e ha deciso di mettersi addosso una maglia di lana e sedersi al suo tavolino vicino al mio per disegnare i suoi personaggi preferiti: mostri, vampiri, alieni, diavoli e molto altro. Lui è pieno di fantasia, ama disegnare, si diverte molto a colorare con pennarelli e pastelli, spesso mi chiede:” babbo perchè non mi apri una sezione sul blog tutta dedicata ai miei mostri?”

Ed io mi trovo un po in difficoltà nel dare una risposta, perchè il blog si pone degli obiettivi di carattere professionale, ma ho deciso lo stesso di accontentare la sua richiesta, inserendo in questo articolo un immagine di un mostro realizzato da lui. Che ne pensate vi piacerebbe condividerla? Se ci sono bambini desiderosi di creare immagini da inserire su uffolo, offro gratuitamente una sezione e uno spazio tutto per voi. Non dovrete far altro che inviarmi un email con la vostra illustrazione ed io vi risponderò tempestivamente inserendo i più interessanti.

In cambio  avrete la possibilità di condividere online con i vostri amici tutti i disegni che preferite e avrete visibilità. Che aspettate allora fatevi avanti e tirate fuori l’artista che è dentro di voi!!

Pubblicato in album-giochi, animali africani, animali della savana, disegni da colorare, disegni da stampare e colorare, dolci, fumetti, gioca e impara, giochi, mammiferi, mammiferi africani, tavole illustrate | Lascia un commento